Liceo Quadriennale (II sperimentazione nazionale a partire dall’a.s. 2022-23)

0
376

PROGETTO LICEO QUADRIENNALE

Presentazione dell’Istituto

 

Il Liceo Classico e MusicaleGiuseppe Palmieri”, Liceo di riferimento per il territorio salentino, ha saputo coniugare nell’ultimo decennio tradizione ed innovazione con curricoli ricchissimi che hanno reso possibile una variegata e interessante offerta formativa.

Ha attuato, grazie alla sinergia di tutta la comunità educante, una scuola pienamente inclusiva ed ha consolidato la propria presenza portando i propri iscritti al numero attuale di circa 1600, tessendo importanti azioni dialogate e partecipate con enti e partner del territorio provinciale, regionale e nazionale.

Già dall’avvio della sperimentazione, il LICEO accoglie una sezione QUADRIENNALE di INDIRIZZO CLASSICO, pienamente integrata nella realtà del Liceo Classico, dalla vocazione spiccatamente innovativa e digitale, fucina di esperienze e buone pratiche, ed ha regolarmente formato classe per ogni a.s., contando dunque, ad oggi, quattro classi quadriennali.

Alla luce dei percorsi attuati e resi necessari nel corso dell’emergenza pandemica, facendo tesoro di quelle che erano le esperienze già vissute nel campo del blended learning, il nostro Liceo ha strutturato e definito un proprio approccio ragionato e teoricamente consapevole alla Didattica Digitale Integrata, incardinando la propria proposta educativa, coesa e coerente, su:

  • Essenzializzazione dei saperi;
  • Sostenibilità dell’azione didattica;
  • Attenzione al ben-essere degli studenti;
  • Predilezione per approcci attivi e laboratoriali in particolare per le discipline STEM;
  • Percorsi PCTO coerenti con l’indirizzo di studio;
  • Attenzione ai temi della transizione ecologica e dello sviluppo sostenibile.

 

L’educazione al digitale è promossa, attraverso l’uso di dispositivi personali degli alunni (metodologia BYOD) e con ipad in comodato d’uso messi a disposizione dalla scuola, in tutte le discipline, muovendosi dalla iniziale fruizione passiva alla creazione originale, in un percorso verticale di acquisizione di competenze che si consolidano grazie anche all’apporto dell’educazione civica.

La comunità educante diventa officina di saperi trasmessi, acquisiti, partecipati attraverso nuovi media e nuovi linguaggi.

Attraverso l’uso della quota di autonomia anche il corso quadriennale offre un Potenziamento Matematico (1 ora in più di matematica prende il posto di 1 ora di latino), da diversi anni nodo strategico che caratterizza l’offerta formativa dell’Istituto.

La conoscenza, la bellezza e lo studio dell’antico non si disancora dal presente, ma offre strumenti logici e critici, messaggi e riflessioni universali, abitua alla transcodificazione, all’apertura, al dialogo e fornisce solide identità ai diversi curricoli proposti nella scuola.

Potenziamento matematico, indirizzo con curvatura biomedica, indirizzo con percorso digitale, indirizzo con potenziamento linguistico, indirizzo musicale ed ovviamente l’indirizzo quadriennale valorizzano e danno una fisionomia unica e identitaria al Liceo Classico e Musicale “G. Palmieri”.

 

Il progetto quadriennale: LICEO CLASSICO QUADRIENNALE

Facendo tesoro delle buone pratiche già in essere nell’ambito dell’innovazione metodologica e didattica nell’Istituto nonché della esperienza maturata nell’ambito della sperimentazione quadriennale, che ci ha visto partecipi sin dal suo esordio,  il Liceo Classico e Musicale G. Palmieri propone la propria candidatura per il RINNOVO del percorso quadriennale, rimodulando il precedente progetto, seguendo l’indirizzo attualmente presente nell’Istituto e denominato “liceo classico con potenziamento matematico”, ponendo con questo immediatamente in luce l’uso della quota dell’autonomia per il rinforzo e il consolidamento delle discipline STEM.

Il Collegio Docenti ed il Consiglio di Istituto in data 16 Dicembre u.t. hanno deliberato la proposta di candidatura con lo stesso nome del precedente: LICEO CLASSICO QUA-DRIENNALE

La proposta formativa consiste in un percorso innovativo transdisciplinare già apprezzato dall’utenza con la rimodulazione delle discipline in copresenza e delle ore online, facendo tesoro della esperienza maturata nei quattro anni di attività svolta e delle riflessioni che il Comitato Tecnico Scientifico Quadriennale, istituito dalla D.S.  all’indomani della prima autorizzazione, ha raccolto ed avanzato.

Le attività di formazione che i docenti del corso quadriennale hanno seguito negli ultimi quattro anni hanno generato competenze ulteriori che sono state restituite dagli stessi nel vissuto professionale quotidiano anche in tempi di Didattica a Distanza, occasioni in cui hanno sviluppato metodologie didattiche innovative in classi digitali attraverso l’interazione e l’integrazione dei saperi e degli insegnamenti; significativo, in tal senso, anche il fatto che alcuni membri del CTS siano diventati formatori in progetti di rete d’ambito rivolti a docenti, chiamati a narrare e presentare la proposta quadriennale nel territorio provinciale.

La rimodulazione del piano orario per il rinnovo della sperimentazione  quadriennale prevede:

  1. Conseguimento del diploma di Liceo Classico in quattro anni;
  2. Attivazione di una classe prima sperimentale con il numero di studenti previsto dalla normativa vigente, previa presentazione di specifica domanda di iscrizione da parte dei genitori degli studenti specificando che
    1. L’adozione nella procedura di selezione dei criteri di priorità deliberati dal Consiglio di Istituto già usati in altri corsi con numero massimo di accoglienza e da applicare in caso di eccedenza di richieste di iscrizione.
    2. la classe sperimentale non può essere articolata con altra classe di percorso quinquennale
    3. non possono essere accolte iscrizioni di studenti che non abbiano effettuato percorso scolastico di almeno otto anni.
    4. (Per l’ultimo anno) ai fini dell’esame di Stato, non possono essere assegnati alla classe sperimentale candidati esterni;
  3. La sperimentazione quadriennale si sviluppa in sintonia con i progetti di continuità e orientamento con la scuola secondaria di primo grado da una parte e con il mondo del lavoro, con gli ordini professionali, con l’università e i percorsi terziari non accademici dall’altra.
  4. Ricorso alla metodologia CLIL per la disciplina SCIENZE e quadro orario con la previsione di un’ora di copresenza settimanale al Terzo e Quarto anno di scienze e inglese.
  5. Valorizzazione delle attività laboratoriali, adozione di metodologie didattiche innovative, nonché utilizzo delle tecnologie didattiche per l’acquisizione di specifiche competenze disciplinari e trasversali, con la strutturazione di percorsi liceali innovativi centrati sul learning by doing;
  6. ricorso alla didattica digitale integrata, consentendo la fruizione delle ore pomeridiane in collegamento da remoto attraverso la piattaforma di istituto MICROSOFT TEAMS con cui si potranno certificare le presenze on line degli studenti. Le materie interessate alle attività on line pomeridiane, per un’ora settimanale ognuna, sono:

I ANNO            ITALIANO                      

II ANNO           MATEMATICA               

III ANNO          LATINO, LINGUA INGLESE

IV ANNO          LATINO, GRECO;

 

  1. Potenziamento delle discipline STEM, attraverso l’uso della quota di autonomia con:
    1. l’aumento di un’ora di matematica in tutti e quattro gli anni e la riduzione di un’ora di latino,
    2. la copresenza di matematica e fisica con specifica programmazione per le attività laboratoriali,
    3. la realizzazione di attività CLIL con la presenza del docente di Lingua accanto a quello di Scienze per rendere effettivo il potenziamento dello studio della lingua con l’uso di fonti originali
  2. l’introduzione di moduli curricolari orientati ai temi della transizione ecologica e dello sviluppo sostenibile;
  3. l’attivazione di PCTO dal secondo anno, strettamente legati al PECUP;
  4. l’adeguamento e rimodulazione del calendario scolastico annuale e dell’orario settimanale delle lezioni, ai sensi degli articoli 4 e 5 del decreto del Presidente della Repubblica n. 275 del1999, in modo da compensare, la riduzione di una annualità del percorso scolastico mantenendo lo stesso monte orario per ogni disciplina.

In particolare, si prevedono le seguenti copresenze, ognuna di un’ora settimanale:

 

I ANNO       ITA-LAT,   GRE-GEO,  SCI-MOT                

II ANNO       GEO-LAT, SCI-MOT                

III ANNO      ITA-LAT, GRE-FIL , SCI-LIN  ,  MAT-FIS , ART-STO

IV ANNO     SCI-LIN    MAT-FIS    ART-STO  FIL-REL   

  1. strutturazione della progettazione didattica in UdA, con l’apporto di diverse discipline e la possibilità di copresenza in ambiti specifici (sopra definiti), in una proposta di attivazione e consolidamento di soft ed hard skills che tiene conto di una visione olistica dei saperi e pone al centro dell’azione didattica gli alunni;
  2. apertura a progetti ed esperienze di respiro europeo e/o internazionale, con scambi culturali ed esperienze Erasmus;
  3. Design didattico attento a proposte individualizzate e personalizzate, con la definizione di itinerari di apprendimento centrati sull’inclusione e la piena valorizzazione di ogni alunno;
  4. IlLiceo dichiara la propria disponibilità a partecipare ad attività formative previste nel Piano nazionale di formazione docenti e a monitoraggi qualitativi regionali e nazionali (che viene allegata alla presente).
  5. Il Liceo dichiara che il progetto di innovazione è effettuato nei limiti delle risorse strumentali e professionali disponibili, nell’ambito dell’organico dell’autonomia e quindi senza aggravio per l’amministrazione.

 

OBIETTIVI

Promuovendo un percorso quadriennale il Liceo Palmieri si propone di:

  • assicurare l’insegnamento di tutte le discipline previste dall’indirizzo di studi Liceo classico, ivi compreso l’insegnamento trasversale dell’educazione civica, di cui alla legge 20 agosto 2019, n. 92, compresa la transizione ecologica e lo sviluppo sostenibile;
  • Potenziare le discipline STEM;
  • ricorrere alla flessibilità didattica e organizzativa consentita dall’autonomia delle istituzioni scolastiche, alla didattica laboratoriale, all’adozione di metodologie innovative, alla didattica digitale e all’utilizzo di tutte le risorse strumentali e professionali disponibili, nei limiti dell’organico dell’autonomia per porre gli studenti al centro di percorso individualizzati e personalizzati per l’acquisizione di competenze previste dal PECUP;
  • realizzare progetti di continuità e orientamento con la scuola secondaria di primo grado, con il mondo del lavoro, con gli ordini professionali, con l’università e i percorsi terziari accademici e non accademici;
  • Potenziare l’apprendimento linguistico attraverso l’insegnamento delle scienze con metodologia CLIL, a partire dal terzo anno di corso, utilizzando anche la copresenza strutturata tra i docenti delle due discipline
  • valorizzare le attività laboratoriali e dell’adozione di metodologie didattiche innovative, nonché dell’utilizzo delle tecnologie didattiche per l’acquisizione di specifiche competenze disciplinari e trasversali
  • introdurre moduli curricolari orientati ai temi della transizione ecologica e dello sviluppo sostenibile

 

PECULIARITÀ

La mission e la vision del nostro Liceo sono generate da nuclei fondanti considerati imprescindibili:

  • Potenziamento delle competenze scientifiche rispetto al percorso tradizionale del Liceo Classico
  • Costruzione di un curricolo verticale di digital literacy
  • Internazionalizzazione del percorso
  • Valorizzazione della professionalità docente, specialmente nell’ambito delle competenze didattiche e pedagogiche

Nel percorso quadriennale, tali nuclei fondanti vengono così declinati

  • Potenziamento delle competenze scientifiche rispetto al percorso tradizionale del Liceo Classico
    • Rimodulazione oraria con ricorso alla quota dell’autonomia
    • Copresenza nelle discipline matematica-fisica, favorendo una visione applicativa delle discipline
    • Predilezione per esperienze laboratoriali
    • Progettualità PTOF extracurricolari dedicate
    • Progettazione e attuazione di UdA dedicate nell’ambito dell’insegnamento di educazione civica, con il concorso di diverse discipline
    • Predisposizione di strumenti (licenze, piattaforme) a disposizione degli studenti
    • Definizione di un curricolo verticale quadriennale di digital literacy, favorendo il raggiungimento di competenze, anche certificate, per gli studenti
    • Costruzione di un archivio di documentazione e buone pratiche esperite
  • Internazionalizzazione del percorso
    • Percorsi attivi e laboratoriali, che facilitino l’acquisizione di competenze, anche certificate, per gli studenti
    • Percorsi individuali di apprendimento di durata variabile in un’istituzione straniera e soggiorni studio linguistici (soggiorni di studio presso istituzioni straniere) per approfondire la conoscenza della lingua straniera ed acquisire esperienze in modalità full immersion.
    • Attività di scambio (brevi soggiorni con ospitalità reciproca tra studenti presso istituzioni straniere) che favoriscono l’interculturalità.
    • Partecipazione a progetti europei con l’obiettivo di sviluppare conoscenza e comprensione della diversità culturale e linguistica europea e l’acquisizione di competenze di base necessarie al fine dello sviluppo personale, dell’occupazione e della cittadinanza europea attiva.
  • Valorizzazione della professionalità docente, specialmente nell’ambito delle competenze didattiche e pedagogiche
    • Osservazione, puntuale documentazione e rendicontazione di proposte didattiche innovative che coinvolgano gli studenti
    • Progettazione collegiale, almeno per Dipartimenti, dei piani disciplinari, successivamente validata dal Comitato Tecnico Scientifico Quadriennale
    • Percorsi trasversali organizzati in UdA tra discipline diverse, da realizzarsi in ore di copresenza
    • Rimodulazione delle quote orarie per disciplina, favorendo la sostenibilità del carico di studio e l’essenzializzazione dei saperi, in percorsi didattici accuratamente progettati e articolati in UdA
    • Formazione continua dei docenti, specificamente ancorata alle peculiarità del percorso quadriennale
    • Ricorso alla Didattica Digitale Integrata, nella modalità già sperimentata dall’Istituto in periodi pre-covid di blended learning (ore online con quote variabili e discipline in rotazione nel corso dei quattro anni) su piattaforma proposta dalla scuola e con completa tracciabilità di presenze e attività svolte

A tutto ciò la scuola aggiunge, come specifica connotazione della propria identità, l’attenzione olistica ed empatica ad ogni allievo, agendo sempre nel senso di una didattica pienamente inclusiva.

 

STRUTTURA DEL QUADRIENNIO

La scansione in quattro anni necessita di attenti processi di essenzializzazione che non eludano o dimentichino i nuclei fondanti delle discipline, ma procedano per distillazione, aggregazione, trasversalità alla costruzione di un percorso coerente, organizzato, ricco e articolato, così come previsto dal profilo in uscita delineato dal Ministero per il Liceo Classico. Il primo anno di studi fornirà, attraverso dei saperi fondanti, una “cassetta degli attrezzi” utile alla costruzione di percorsi di apprendimento consapevoli nei successivi tre anni, quando alle attività in aula o online si affiancheranno, nella progettazione per l’acquisizione delle competenze, anche percorsi PCTO.

Primo anno

Il primo anno consolida e recupera i nuclei fondanti disciplinari per le materie già studiate nel precedente segmento di istruzione, presenta, organizza e consolida le conoscenze di base delle nuove discipline. Attraverso l’intersezione tra materie diverse e la copresenza tra docenti, con esperienze laboratoriali e nelle ore online si acquisiscono o sedimentano abilità e competenze.

Secondo, Terzo, Quarto anno

Attraverso nuove discipline, moltiplicando le occasioni di confronto e dialogo nelle ore online e nelle copresenze, grazie a PCTO orientativi e/o connessi alle discipline di studio, gli studenti affinano le competenze acquisite anche attraverso pratiche didattiche esplorative, dialettiche, attive, in processi di apprendimento autonomi, critici e attenti alle competenze richieste sia in sede di Esame di Stato sia nei possibili futuri percorsi di studio / lavoro.

 

CLIL

Come da indicazione ministeriale, il potenziamento dell’apprendimento linguistico avviene attraverso l’insegnamento di una disciplina non linguistica con metodologia CLIL, a partire dal terzo anno di corso; la disciplina eletta per il progetto è Scienze Naturali.

Piano Orario Rimodulato del Corso

disciplina MONTE ORE ANNUALE Classi di concorso
I Anno II Anno III Anno IV Anno
ITALIANO 165 165 165 165 A011
LATINO 165 165 132 132 A013
GRECO 165 132 132 132 A013
INGLESE 132 132 132 99 A346
GEOSTORIA 99 99     A011
MATEMATICA 132 132 132 132 A027
FISICA   66 66 66 A027
SCIENZE 99 66 99 66 A050
STORIA     132 165 A019
FILOSOFIA     165 132 A019
ARTE   66 66 66 A054
SC. MOTORIE 99 99 66 66 A048
RELIGIONE 66 33 33 33 IRC
ED. CIVICA* 0 0 0 0  

* le ore di educazione civica verranno sottratte alle ore curriculari delle altre discipline nella proporzione indicata dal Collegio Docenti

 

Dettaglio del piano orario per anno con indicazione delle ore di didattica in classe (un solo docente), di copresenza e di didattica digitale integrata.

QUADRO ORARIO SETTIMANALE
    I ANNO II ANNO III ANNO IV ANNO
ITALIANO CLASSE 3 5 4 5
I CO-PRESENZA ITA-LAT   ITA-LAT  
ON-LINE/LAB 1      
ORE TOT. 5 5 5 5
           
LATINO CLASSE 4 4 2 3
I CO-PRESENZA ITA-LAT LAT-GEO ITA-LAT  
ON-LINE/LAB     1 1
ORE TOT. 5 5 4 4
           
GRECO CLASSE 4 4 3 3
I CO-PRESENZA LAT-GEO   GRE-FIL  
ON-LINE/LAB       1
ORE TOT. 5 4 4 4
           
INGLESE CLASSE 4 4 2 2
I CO-PRESENZA     SCI-LIN(CLIL) SCI-LIN(CLIL)
ON-LINE/LAB     1  
ORE TOT. 4 4 4 3
           
GEOSTORIA CLASSE 2 2    
I CO-PRESENZA Greco Latino    
ON-LINE/LAB        
ORE TOT. 3 3    
           
MATEMATICA CLASSE 4 3 3 3
I CO-PRESENZA     MAT-FIS MAT-FIS
ON-LINE/LAB   1    
ORE TOT. 4 4 4 4
           
FISICA CLASSE   2 1 1
I CO-PRESENZA     MAT-FIS MAT-FIS
ON-LINE/LAB        
ORE TOT.   2 2 2
           
SCIENZE CLASSE 2 1 2 1
I CO-PRESENZA SCM-SCI SCM-SCI SCI-LIN(CLIL) SCI-LIN(CLIL)
ON-LINE/LAB        
ORE TOT. 3 2 3 2
           
STORIA CLASSE     3 4
I CO-PRESENZA     ART-STO ART-STO
ON-LINE/LAB        
ORE TOT.     4 5
           
FILOSOFIA CLASSE     4 3
I CO-PRESENZA     GRE-FIL FIL-REL
ON-LINE/LAB        
ORE TOT.     5 4
           
ARTE CLASSE   2 1 1
I CO-PRESENZA     ART-STO ART-STO
ON-LINE/LAB        
ORE TOT.   2 2 2
           
SC. MOTORIE CLASSE 2 2 2 2
I CO-PRESENZA SCM-SCI SCM-SCI    
ON-LINE/LAB        
ORE TOT. 3 3 2 2
           
RELIGIONE CLASSE 2 1 1  
I CO-PRESENZA       FIL-REL
ON-LINE/LAB        
ORE TOT. 2 1 1 1
           
ED CIVICA CLASSE* 0 0 0 0
ORE TOT.        
  Ore con 1 Docente 27 30 28 28
  Ore con 2 Docenti 6 4 10 8
  Ore on-line 1 1 2 2
  147 34 35 40 38
  totale ore svolte di mattina per settimana 30 32 33 32
           
  * le ore di educazione civica verranno sottratte alle ore curriculari delle altre discipline nella proporzione indicata dal Collegio Docenti