MONI OVADIA al Palmieri

0
1243
 
Moni Ovadia, uno degli artisti più affermati e apprezzati nell’ambito del teatro
mondiale, oltre che poeta e intellettuale, porta avanti da tempo un percorso di
sensibilizzazione e riflessione critica che, partendo dall’orrore della Shoah,
muove i passi fino ai conflitti dei nostri tempi.
 
È per questo un immenso onore, per il nostro Liceo, aver ricevuto da un personaggio di così alta levatura intellettuale, artistica e morale una proposta di collaborazione per la realizzazione di un percorso formativo e di un evento artistico, da proporre alla nostra Comunità scolastica e alla cittadinanza tutta, per il prossimo inverno.
Moni Ovadia sarà il regista del monologo di Zvi Kolitz
YOSSL RAKOVER SI RIVOLGE A DIO.
 
Il monologo scritto e pubblicato in yiddish nel 1946 dallo scrittore lituano, su uno sfondo di musiche klezmer, suoni e canti in yiddish, si presenta sotto forma di lettera che l’ultimo sopravvissuto del ghetto di Varsavia  indirizza a Dio mentre sta per finire le munizioni e per essere a sua volta ucciso dai nazisti. Il testo, modellato sul libro biblico di Giobbe, è definito da Ovadia “una riflessione su Auschwitz, sul fatto che Dio abbia permesso un
abominio del genere: un tema su cui i più grandi pensatori del secolo si sono tormentati…”.
 
Il reading dell’attore e regista sarà accompagnato da un’orchestra di circa 40 elementi formata da studenti del Liceo Classico e Musicale, curata e diretta dai docenti della sezione del Liceo Musicale.
 
TUTTE/I LE/GLI STUDENTI INTERESSATE/I A PARTECIPARE ALL’ENSEMBLE ORCHESTRALE POSSONO RIVOLGERSI ALLA PROF.SSA SAMANTHA SIMONE PER DICHIARARE LA PROPRIA DISPONIBILITÀ E RICEVERE INFORMAZIONI PIÙ DETTAGLIATE.
Il primo incontro con l’autore è fissato per il il prossimo 29 ottobre, nel corso della mattinata.
L’evento finale sarà realizzato nel mese di febbraio