REGOLAMENTO USO DELLA MACCHINA FOTOCOPIATRICE

0
2967

AI DOCENTI
AGLI STUDENTI
AL PERSONALE ATA
AL DSGA

 Art. 1 – Uso della fotocopiatrice

 

L’uso delle macchine fotocopiatrici è consentito esclusivamente per le necessità di ordine didattico da soddisfare a scuola, nonché per le necessità dell’ufficio di segreteria e della presidenza dell’Istituto.

L’uso diretto è affidato ai collaboratori scolastici incaricati del servizio che, senza l’autorizzazione della scrivente o dei collaboratori della dirigenza, non potranno soddisfare le richieste.

Nessun altro può procedere all’utilizzazione in prima persona, salvo particolari e occasionali autorizzazioni del Dirigente Scolastico o dei suoi collaboratori o del DSGA.

Non è ovviamente consentito servirsi delle macchine per uso personale e/o privato.

 Art. 2 – Personale addetto

 I collaboratori addetti sono (ai diversi piani)  i/le sigg./sigg.re Spagnolo Alessandra, De Iaco Antonello, Ragione Nicola; potrà comunque provvedere a tale servizio, in base alla disponibilità, agli ordini di servizio e ai turni, il resto del personale ATA in grado di usare le macchine fotocopiatrici. Si invitano inoltre i docenti a richiedere fotocopie non da libri, ma da pagine già fotocopiate, per salvaguardare la salute del personale addetto.

Art. 3 – Richiesta fotocopie

La richiesta di fotocopie deve essere presentata dall’insegnante interessato al personale addetto con adeguato anticipo (24 ore almeno) senza pretendere la realizzazione seduta  stante.  Il servizio sarà svolto dalle ore 9.00 alle ore 11.00.

I docenti potranno richiedere l’esecuzione di fotocopie solo per i motivi didattici di seguito elencati:

Compiti in classe e prove scritte varie (in questo caso il/i giorno/i prima il docente per mantenere l’ovvia riservatezza della traccia, assisterà, all’esecuzione del servizio e preleverà il materiale per custodirlo personalmente). Si procederà dove possibile con la copiatura fronte-retro per l’imprescindibile esigenza di risparmio di risorse finanziarie e ambientali.

E’ opportuno usufruire del sevizio fotocopie anche del primo e secondo piano, per evitare affollamenti in vicepresidenza

Si ricorda che è vietato e perseguibile penalmente la riproduzione di pagine di un testo (Legge 633/1941, art. n. 68 – 171 terzo comma, aggiornata dalla Legge 248/2000).

I Sigg. Docenti che fanno uso di appunti personali e materiale prodotto in maniera autonoma, sono invitati  ad utilizzare la posta elettronica per fornire tali documenti ai propri alunni e la piattaforma on line per consentire il dialogo scuola-famiglia, utilizzando le apposite aree che fungono da “bacheche” elettroniche.

 Art. 4 – Registrazione fotocopie

Considerato il numero e la tipologia delle verifiche scritte delle diverse discipline e il numero di classi per docente, secondo un calcolo sia pure approssimato, i docenti  disporranno, in linea di massima, di un certo numero di risme di carta, secondo il seguente prospetto:

docente

Numero risme

LANDOLFO L.,SCOZZI,SCHILARDI,COCCIOLO,RUBINO,MELE

4

CELENTANO, MAZZOTTA, RAME, PINERVI,CORINA,SANGUEDOLCE,RAME,SCARCELLA, SEBASTE

3

BASILE, DEL PRETE, PAGLIALUNGA, FILIERI SCORDARI, ATTANASIO, CERVELLI,

DE BONIS, RIZZO M.T., CAPOZZA

2

BRANCO,CUPRI,DEL BENE,PATI,TACCONE

4

TESSORE, GALATI

2

BIANCO,BURGOS,CICCARESE,COLELLA,CUCINELLI,PERRONE,VARRATTA,FERRANTE,

GRAZIUSO,LEUZZI,ROSSI

2

INGROSSO,FABRIZIO,BOZZI CORSO,RIZZO F.

1

DE SIENA,MARGIOTTA,PALADINI,PETRELLI,POTENZA,TREVISI A.

3

I collaboratori scolastici annoteranno sul registro il numero di fotocopie effettuate da ciascun docente e una volta che sia esaurito il budget a disposizione, in seguito a motivata richiesta e autorizzazione della scrivente si fornirà ulteriore materiale.

È necessario rammentare che il C.A.D. (Codice dell’Amministrazione digitale) è Norma da applicarsi in tutti gli ambiti, compreso quello scolastico.

Lecce, 25 settembre 2012

Il Dirigente Scolastico

(prof.ssa  Loredana Di Cuonzo)