Un messaggio dalla Preside ai maturandi

0
551

Ragazze e Ragazzi carissimi, i “100 giorni agli esami” sono un rito che in sè ha forse la funzione di esorcizzare un appuntamento impegnativo, il primo della vostra vita, quello dell’esame di Stato.

Condivido quanto l’amica e collega Alieta Sciolti ha detto ai suoi studenti: ” Ciò é molto bello perché aiuta a sentirsi uniti di fronte a un’esperienza importante. Ma quest’anno una nuova emergenza si frappone tra noi e il nostro futuro e necessita della dovuta attenzione. A differenza della paura dell’esame, che può essere vinta sentendosi vicini, il Corona virus può essere sconfitto solo restando lontani“.

Ho fatto mie queste sue considerazioni e ritenuto importantissimo condividerle con voi.

Alla fine di questo periodo così complesso sarà possibile stabilire una nuova data per festeggiare: “perché non i 50 gg all’esame? Sareste ricordati come coloro che hanno coniugato l’innovazione alla tradizione nella responsabilità e consapevolezza di vivere un momento particolare della nostra storia“.

Quanto avete programmato per lunedì procrastinatelo! sono certa sarà decisamente più fausto un giorno nel quale godere dello stare insieme davvero senza pensieri e con la nostra grata nascosta – SIA BEN CHIARO! :-)- benedizione! Ve lo dico con quella parte materna che realizzo nella relazione con voi tutti e che spero voi cogliate in tutto ciò che faccio perchè siete il mio primo “fine”. Vi abbraccio con l’affetto e l’amore di sempre.

Lapres