Presentazione dell’indirizzo con il BILINGUISMO

referente dell’indirizzo: [email protected]

All’interno del Liceo Classico G. Palmieri è possibile optare anche per un Indirizzo Bilingue. Tale indirizzo, rappresenta una realtà consolidata all’interno del nostro Istituto e si pone in naturale continuità con il bilinguismo attualmente presente nella scuola secondaria di primo grado che, altrimenti, verrebbe a perdersi. Esso, inoltre, vuole  rispondere alle  Direttive Europee che invitano gli stati membri ad incoraggiare i propri studenti a conoscere almeno altre due lingue europee oltre alla propria.

Nella recente Raccomandazione del Consiglio dell’Unione Europea relativa alle competenze chiave per l’apprendimento permanente del 22 maggio 2018 viene individuata al punto 2 la COMPETENZA MULTINGUE”.

E’ la capacità di utilizzare diverse lingue in modo appropriato ed efficace allo scopo di comunicare. (…) sibasa sulla capacità di comprendere, esprimere e interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti e opinioni in forma sia orale sia scritta (comprensione orale, espressione orale, comprensione scritta ed espressionescritta) in una gamma appropriata di contesti sociali e culturali a seconda dei desideri o delle esigenze individuali. Le competenze linguistiche comprendono una dimensione storica e competenze intercuturali.Tale competenza si basa sulla capacità di mediare tra diverse lingue e mezzi di comunicazione, comeindicato nel quadro comune europeo di riferimento”.

Nella competenza multilinguistica, la Raccomandazione accenna anche al valore delle lingue classiche, il greco e illatino, come portatrici di storia e cultura proprie dell’identità europea e facilitatrici per l’apprendimento delle lingueattuali di comunicazione.

 

Il nostro Liceo ha voluto perciò delineare un piano di studi fortemente sentito da parte dell’utenza che non vuole rinunciare alla solida formazione del liceo classico, ma, al tempo stesso, vuole inserirsi in una prospettiva di respiro europeo che apra le porte ad una mobilità ormai sempre più frequente di studenti universitari e post universitari in paesi non anglofoni. (progetti Erasmus, Intercultura). Le lingue, infatti, “ svolgono un ruolo chiave nel favorire la comprensione e la diversità, nonché nel promuovere i valori europei e sono essenziali per lo sviluppo personale, la mobilità la partecipazione nella società e l’occupabilità”. (Conclusioni del Consiglio “Verso la prospettiva di uno spazio europeo dell’istruzione”-giugno 2018)

Il Corso, grazie al contributo delle famiglie, offre quindi agli studenti la possibilità di optare per una seconda lingua comunitaria scegliendo tra Spagnolo e Francese, sviluppando, al contempo, una solida  formazione di tipo classico fondata su discipline tradizionali quali Italiano, Latino, Greco, Storia dell’Arte, Filosofia.

PIANO ORARIO

La redistribuzione oraria che crea spazio per la seconda lingua comunitaria viene raggiunta attraverso un’accurata calibratura tra le varie discipline allo scopo di assicurare agli studenti che frequentano tale indirizzo una formazione completa.

Nel corso in oggetto l’articolazione oraria prevede l’insegnamento della seconda lingua straniera di due ore settimanali per i primi 4 anni di studio con possibilità di opzione per il quinto anno, assicurando così alla disciplina scelta un effettivo peso nel curricolo dello studente. L’offerta formativa sarà ulteriormente arricchita dalla presenza, accanto agli insegnanti curricolari, di docenti madrelingua.

Il percorso è finalizzato al raggiungimento delle certificazioni linguistiche DELF e DELE dal livello A2 al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue del Consiglio d’Europa. Si prevede anche di progettare stage linguistici o scambi interculturali con i paesi la cui lingua è oggetto di studio